Pennelli da trucco, istruzioni per l’uso

I pennelli da trucco sono spesso sottovalutati e poco conosciuti ma possono trasformarsi negli alleati più preziosi per un make up eseguito a regola d’arte. Li conoscete nelle varie forme e funzioni?

Ogni pennello ha delle caratteristiche precise questo non esclude però che anche il pennello da fard può essere usato  anche per applicare un ombretto dorato nella zona delle tempie o per creare un punto luce glam. Per gli occhi invece esistono tre diverse forme, per truccare le diverse parti e per stendere l’ombretto. Uno è adatto per le zone più ampie, un altro per ombreggiature più raffinate e un altro ancora per le rime ciliari. Così come per il viso, c’è il classico piatto per stendere fondotinta liquidi e quello più grosso e compatto per ciprie e fondotinta minerali.

pennelli trucco

 

Per le guance invece potete scegliere fra due tipologie a seconda del risultato che volete ottenere: più arrotondato per un finish bonne mine e obliquo per scolpire gli zigomi, con effetto sculpting.

Anche le labbra sono molto importanti per avere un trucco perfetto, per valorizzarle bisogna usare un rossetto steso alla perfezione con i bordi netti e precisi per evitare sbavature. Per fare in modo che ciò accade, tutti i make up artist suggeriscono di ricorrere al pennello per la stesura. Piatto a lingua di gatto per riempire e dare colore, più sottile e a punta per definire i punti.

I pennelli vanno anche lavati regolarmente per la massima cura ed igiene. Non c’è bisogno di perdere troppo tempo, basta lavarli con un po’ di acqua tiepida e  un sapone neutro. Poi vanno lasciati ad asciugare su un asciugamano. I pennelli vanno lavati una volta a settimana, o almeno ogni quindici giorni. Ricordatevi di sostituirli quando sono troppo usati e non vi permettono  più di eseguire un trucco professionale. In collaborazione con  Lark bird – #ad

Share

Grazie per il tuo commento :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *